Chi Siamo | Il Blog dei Fiori di Bach
content top

Chi Siamo

“Testfioridibach” è la più grande community italiana di appassionati a tematiche riguardanti i fiori di Bach.

Sono ad oggi più di 4.000 gli iscritti alla newsletter e il traffico in termini di visitatori è di assoluto rilievo: 40.000 pagine visualizzate al mese e una media di 5.000 visitatori medi mensili.

Questo lo si deve agli argomenti trattati che riguardano appunto principalmente il mondo dei fiori di Bach, ma a molte altre tematiche collegate alla “medicina naturale” in senso lato, alle tecniche energetiche di tipo terapeutico, alla saggezza e al benessere psico fisico.

E’ composto da un gruppo di lavoro fatto di tecnici, grafici ecc. che gestiscono il sito web nella sua “forma”;  i “contenuti” sono al contrario scritti a più mani da molti terapeuti.

In primis il fondatore di questo sito Pasqualini Matteo e poi altri importanti operatori del settore:

Pinuccia Ceriani (specializzata in tematiche riguardanti i fiori di Bach per bambini)

Accedi qui alla sua sezione

Tiziana Cecchini (specializzata in tematiche riguardanti i fiori di Bach per gli animali)

Accedi qui alla sua sezione

 

la dott.ssa Freia Ghini

Ha collaborato anche la dott.ssa Ilenia Frittoli

 Accedi qui alla sua sezione

 

Qualche accenno sul fondatore ed ideatore: Matteo Pasqualini

Dalla viva voce:

Chi sono allora. Devi sapere che l’interesse anzi “passione” che nutro oramai da molti anni per il mondo dei Fiori di Bach, della medicina alternativa e di tutto ciò che ci può giovare dal punto di vista psico-emotivo, è una mia “attività”
pluridecennale.

Veniamo allora a questa mia “attività” descrivendoti le mie tappe principali di formazione e apprendimento:

– “Psiche Amica” di Renato Martini “Corso di igiene mentale naturale”: è il primo corso che ho seguito in formato testo; un fantastico libro che trovo in vendita tra gli scaffali della mia erboristeria preferita di allora (ero sul finire del mio primo trentennio di vita). Da esso appresi che la nostra psiche può esser la nostra miglior alleata ma anche il nostro peggior nemico. Dipende solo da come la usiamo contro o a nostro favore. Quel libro/corso mi affascinò a tal punto da aprirmi tutta una serie di informazioni in me latenti che avevano solo bisogno di esser risvegliate; le prime di queste arrivarono con le terapie vibrazionali in primis con i Fiori di Bach;

– Corso Fiori di Bach I – Le nuove terapie con i Fiori di Bach secondo Dietmar Kramer tenuto da Sigrid Sailer: è un corso di primo livello a cui partecipo all’età di 30 anni dove apprendo i fondamenti di utilizzo e scelta dei fiori di Bach;

– Approfondimenti “Le nuove Terapie” secondo il metodo di Kramer:  sono sempre stato un autodidatta e quando apprendo qualcosa di interessante la prosecuzione è quasi sempre fatta in autonomia. Inizio così ad approfondire personalmente il metodo di scelta adottato da Dietmar Kramer leggendo e applicando via via su me e su chi me lo chiedeva quanto imparato dalla “immensa” letteratura dell’autore in questione. A mio modestissimo avviso Colui che più di tutti ha proseguito l’opera di Edward Bach dal punto di vista didattico e non solo. Arrivo perciò ad associare l’uso dei fiori di Bach rispetto le nostre manifestazioni cutanee, all’uso in abbinamento ai colori, ai suoni, ai cristalli, agli olii essenziali ed ai metalli.

– Applico di li a poco anche studi fatti sulla Cristalloterpia, la Moxa combustione, la cromoterapia, la cura con l’acqua (idroterapia) in particolare attraverso l’uso delle acque a luci bianche (che trovo assolutamente fantastiche per sciogliere blocchi energetici anche fisici). Mi avvalgo anche di qualche rudimento di “Pranoterapia” molto in voga allora, di “Radiestesia” e di tecniche “Essene”.

– Approfondisco ulteriormente il mondo dei fiori di Bach continuando a leggere le opere di moltissimi altri autori. Una vera e propria libreria in gran parte dedicata a questo argomento.

Erboristeria: sulla scia di tali studi mi avvicino anche al mondo dell’erboristeria ma più per contiguità concettuale (i fiori di Bach si ottengono da piante e fiori) che per effettivo interesse. Il mio più vivo interesse resta infatti per le teorie e le applicazioni che concernono le energie sottili e non già quelle dense.

Centro Pranic Healing di Mestre: ecco che inizia un’altra importante tappa della mia “passione” per l’alternativo: la necessità di sentire ed utilizzare le energie sottili a scopo terapeutico. “Sapere e sentire” che diventeranno molto rilevanti per sviluppare un mio metodo personale “vibrazionale” di selezione dei fiori di Bach. Comprendo finalmente il funzionamento e l’importanza dei chakra (le ruote di vita) nell’interscambio energetico denso e sottile. I corsi seguiti al centro furono:

  • Corso di Pranic Healing “base”
  • Corso di Pranic Healing  “avanzato”
  • Corso di psicoterapia pranica “terzo livello” (per la cura delle forme pensiero)

Partecipo anche dal punto di vista terapeutico all’attività del centro scoprendo la grande efficacia del Pranic Healing per problematiche che riguardano la sfera emotivia e psichica del nostro essere e per tutti i sintomi fisici scaturenti da “malattie” psico-somatiche.

Esatto la psico-somatica. Capisco che la mia esperienza si è conclusa al centro ed inizio un nuovo percorso. Mi imbatto “casualmente” nella rivista “Riza Psicosomatica”; resto affascinato dalla filosofia di vita che ne sottende e decido che il centro Riza di Milano diretto dai professori Raffaele Morelli e Vittorio Caprioglio diventerà per me il nuovo punto di riferimento. Ed così è per alcuni anni. Partecipo ad una serie di convegni e workshop:

  • Convegno con attestato: L’arte di non soffrire – anno 2005
  • Convegno con attestato: Le tecniche della tradizione in Naturopatia – anno 2006
  • Workshop con attestato: Guardarsi dentro: la purificazione degli umori;
  • Workshop con attestato: Animali simbolici e piante del benessere;
  • Workshop con attestato: Cosmetica e bellezza attraverso i tempi;
  • Workshop con attestato: Rigenerarsi con i quattro elementi;
  • Workshop con attestato: Bagni di luce e ritmi del corpo;
  • Workshop con attestato: La musicoterapia Sufi;
  • Workshop con attestato: Rigenerarsi con i petali dei fiori;

e leggo moltissimi testi sul tema sempre editi da Riza; mi avvalgo anche di alcuni corsi in dvd del professor Raffaele Morelli che mi serviranno sia personalmente nel mio percorso di vita sia quando vengo chiamato in campo come “terapeuta”.

– Nel frattempo alcuni autori diventano nuovi punti di riferimento:

il primo è Roberto Zamperini; non lo conosco mai dal vivo (rammaricandomene molto) ma leggo alcuni suoi libri che definirei “scientifici” nella definizione di cosa sono e come funzionano le energie sottili. Sino ad allora mi ero appropriato di molte tecniche che utilizzano ed influenzano le energie sottili del nostro campo aurico ma senza mai comprenderne il significato reale che acquisisco proprio grazie al dott. Zamperini. La sua diventa una vera e propria terapia: la terapia energo-vibrazionale.

Il secondo è Mario Corte: trovo illuminante il suo libro sul vampirismo energetico. Inizio a comprendere le interazioni auriche, a livello di energia sottile, tra persone e come tali interazioni possano influenzare molto negativamente la vita di ciascuno di noi. Inizio a studiare a scopo terapeutico i sistemi di difesa aurica.

– Mi concentro perciò per un periodo della mia vita sul tema dellAura: come riconoscerla (attraverso per esempio la fotografia Kirlian), interpretarla, collegarla al flusso energetico dei nostri chakra, come leggerla e sentirla.

La profezia di Celestino: in un momento non particolarmente sereno della mia vita, mi imbatto in un libro che da anni moltissime persone mi avevano consigliato di leggere, ma che sino ad allora avevo deciso di non assecondare nel loro invito. Ironia della sorte è il non caso che me lo pone sotto il mio “naso” nel giorno più impensato. Sono “costretto” ad acquistare il libro. Inizio a leggere sulla profezia praticamente tutto ciò che c’è in commercio appassionandomi e applicando nella mia vita quotidiana il concetto di “sincronicismo“: cioè che nulla vien per caso e che anzi il caso non esiste. Diventa una mia filosofia di vita che mi porta in breve tempo ad una svolta da tutti i punti di vista e ciò in senso molto positivo. Inizio a leggere i piccoli e grandi segnali che quotidianamente la vita ci riserva per permetterci di realizzare la nostra “missione di vita”. Da un certo punto di vista si chiudeva, allora, un pò il cerchio: ero partito con Edward Bach che attraverso la scoperta dei suoi fiori voleva che ognuno di noi restasse fedele alla voce della propria Anima così da realizzare lo scopo per il quale era venuto a questo mondo; finivo con il “sincronicismo” che attraverso la lettura dei suoi continui segnali ci consente di restare centrati e quindi sempre presenti rispetto al piano “divino” per il quale siamo nati.

La “grazia” dello stare nel presente – Osho: con Osho, autore molto dibattuto e contrastato, pongo un’altra pietra miliare del mio personale modo di vivere e apprendere. Leggo di Lui moltissimo e applico nella mia vita ciò che insegna. I benefici sono immediati, duraturi e inequivocabili. Diventa anche questo un mio stile di vita e un punto fondamentale anche nella mia pratica di terapeuta. Comprendo che far proprio nella nostra vita “lo stile dello stare presenti” senza volgersi al nostro passato (che potrebbe solo condizionarci) ne proiettarsi in un futuro in continuo divenire (per cui vero solo nella nostra mente), deve diventare un caposaldo di vita per ciascuna persona che desideri vivere in maniera serena.

La legge d’attrazione: verso il 2007 inizio ad interessarmi di questa particolare legge alla portata di tutti noi ma che per molti secoli era rimasta a disposizione di una piccola élite di persone (scienziati, economisti, ecc.). Ciò che pensiamo è ciò che realizziamo: sia nel bene che nel male. Approfondisco anche la teoria dei quanti soprattutto grazie a numerose letture di Gregg Braden.

Ed eccoci qui con testfioridibach.it il blog degli appassionati di fiori di Bach. I natali avvengono nel 2009. Nel frattempo sono alcune migliaia le persone che si sono iscritte alla nostra newsletter e molte di esse hanno anche deciso di acquistare il corso online che ha nei suoi intendimenti quello di aiutare ciascuno di noi a scegliersi i fiori di Bach in maniera autonoma proprio come suggerì, alla fine della sua vita, lo scopritore “Edward Bach”.