WILLOW – Il Salice | Il Blog dei Fiori di Bach
content top
WILLOW – Il Salice

WILLOW – Il Salice

Il fiore del perdono.

“Non so cosa ho fatto per meritarmi questo…”

“Se tu avessi avuto la vita che ho avuto io…..” ecc. ecc.

DESCRIZIONE DEL dr.BACH:

Per coloro che hanno sofferto a causa delle avversità o della sfortuna e trovano difficile accettarlo, senza lamentarsene e senza provare risentimento, poiché giudicano la vita in base al successo. Sentono di non avere meritato una prova così grande, lo trovano ingiusto e ne sono amareggiati. Spesso accade loro di provare un interesse minore verso quelle cose della vita che prima facevano loro piacere.” Edward Bach.

Da sempre il salice è stato messo in relazione con il lutto, la morte, la separazione e la malinconia. Questa pianta attrae  le persone disgustate della vita. Si dice che Giuda si impiccò ad un Salice, e che da allora i salici sono vuoti. Gesù Cristo fu frustato con bacchette di vimini prima di essere crocifisso. Questo causò tanta tristezza all’albero che lasciò cadere i suoi rami trasformandosi così nel Salice Piangente.

La sua corteccia contiene l’acido salicilico, il componente principale dell’aspirina, efficace contro le malattie da raffreddamento e i reumatismi, questa sostanza abbassa la febbre e ripristina la circolarità della circolazione.

A tutti capita di essere nello stato negativo di Willow, passeggero:quando ci sentiamo vittime del destino e ci stupiamo di vedere altri stare bene o di buon umore.

Lo stato cronico invece è di quella persona sempre di malumore, che vede tutto nero, delusa, amareggiata e non sa gioire di quello che di positivo può avere, vede sempre il bicchiere “mezzo vuoto”, è ipocondriaco. La colpaè sempre degli altri se le cose non vanno bene.

Non accetta se stesso ed è invidioso e geloso degli altri, non sa perdonare se stesso e per conseguenza neppure gli altri. Cova  in cuor suo rancore per anni verso una persona. È pieno di pensieri negativi, senza pensare che “noi siamo quello che pensiamo”, se si semina negatività, non si può raccogliere frutti buoni.

Purtroppo in questo stato possono capitarci anche i bambini. Tristi e pessimisti. Spesso si rifugiano nella malattia per dimostrare ai genitori che loro sono effettivamente dei poverini da consolare. Sono senza amici perché frignoni e piagnucoloni.

Il consiglio che mi sento di dare a queste persone è:

cercare amici positivi, perdonare a chi ti ha offeso per stare bene con se stessi,

occuparsi di attività divertenti, lavorare su se stessi per trasformare la negatività in positività, occuparsi di volontariato per sdrammatizzare i propri problemi.

Per i bambini che hanno la personalità Willow è bene abituarli a pensare che nella vita non tutto è negativo, c’è anche un lato positivo in ogni cosa e situazione. Aiutarli ad essere altruisti con gli altri, perché nulla è dovuto.

Per qualunque informazione sono sempre disponibile.

********************

Pinuccia Cerianipinuccia-ceriani
tel: 3487276880
mail: pinucciaceriani@libero.it
FB: pinuccia.ceriani

Sono naturopata diploamata a RIZA psicosomatica di Milano. (3 anni * 1 di perfezionamento presso Università Medicina di Milano)
Master in erboristeria su due livelli a Milano c/o RIZA
Floriterapia su tre livelli col Prof. Ricardo Orozco.
Insegnante di Massaggio Infantile diploma conseguito c/o AIMI – a Milano.
Infermiera e Volontaria CRI.

2 Responses to “WILLOW – Il Salice”

  1. giuseppina ha detto:

    Buongiorno dottoressa mi chiamo giuseppina e ho28 anni . Da 5 anni a questa parte la mia vita e’ uno schifo veramente. Brevemente spiego matrimonio 2009 a sett 2010 primo figlio a 3 mesi di vita esordisce epilessia in giro per centri in tutta italia non si arriva a una cura ma a una diagnosi di encefalopatia epilettica a2 anni muore per infenzione. Si eseguono indagini sul dna dei genitori non risulta niente. Rimango incinta di nuovo nel 2011 . Nel 2012 partorisco una bambina anche lei come il fratello alla nascita tutto ok esami tutto ok in gravidanza ok. Ma a 5 mesi esordisce anche per lei l encefalopatia il suo ultimo ricovero e’ durato 5 mesi senza una cura . Oggi ha 3 anni e mezzo non parla non cammina in piu’ crisi epilettiche. Secondo lei willow potrebbe farmi accettare ? La ringrazio. Cordiali saluti

  2. Matteo ha detto:

    Buona sera Giuseppina. la nostra esperta le ha risposto privatamente. Un caro saluto.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *