content top
I Fiori di Bach funzionano? Si ma ad ognuno i suoi….

I Fiori di Bach funzionano? Si ma ad ognuno i suoi….

I FIORI DI BACH FUNZIONANO

All’interno del nostro blog riceviamo sempre più spesso richieste che si riconducono al tema, non tanto se i fiori di Bach funzionano (oramai ciò è di tutta evidenza e non vi è da tornarci su visto che è dimostrato non esservi alcun effetto placebo, dato che i fiori funzionano su piante, animali e anche per persone a cui inconsapevolmente vengono somministrati…), quanto a casi ben specifici riconducibili a situazioni psico-emotive deterioratesi nel corso del tempo sino a giungere ad effetti e sintomi estremi ai quali, anche la medicina ufficiale, spesso (ma non sempre) riesce a porre argine.

Senza naturalmente nominare chi li ha pubblicati (i nomi sono di pura fantasia) ecco due esempi di richieste da poco arrivateci:

RICHIESTA 1:

Buonasera matteo sono MariaRosaria ricevo puntualmente le e-mail sui fiori di bach che trovo utilissime. Credo molto nell’omeopatia e sul potere di autoguarigione che si innesca nel nostro corpo con i giusti metodi. Ora ti voglio porre una questione che mi sta molto a cuore. Si tratta di mia madre ha 47 anni ed e’ affetta da sclerosi multipla da 2 . E’ divorziata e risposata ha un bimbo di 3 anni con il secondo marito. Oggi non e’ molto felice combatte con un marito che non e’ molto comprensivo. Cammina a fatica perche’ gli arti inferiori sono molto rigidi , ha l’addome gonfio una stitichezza ostinata , tende a dimenticare le cose e a ripetere sempre le stesse, non sorride quasi piu’. Le possono venire in aiuto i fiori di bach? Quali? Grazie di cuore. Cordiali saluti

RICHIESTA 2:

Buonasera matteo mi chiamo Angelina ho una bimba di 3 anni che soffre di epilessia in trattamento con gardenale . Sono disperata e’ scordinata nei movimenti , disattenta, sempre nervosa dorme pochissimo, non parla, i farmaci le fanno poco effetto. Siamo disperati per lei i fiori di bach potrebbero servire? E se si quali ?Grazie

Purtroppo quando riceviamo questo tipo di richieste la risposta che diamo è sempre e comunque una sola, in quanto il quadro “clinico” ed emotivo che si presenta è complesso, spesso cronicizzato e riguarda più aspetti della persona in oggetto e parte comunque sempre dal vissuto più profondo.

Per cui la risposta è sempre la stessa:  si i fiori di Bach sicuramente funzionano e possono aiutare situazioni psico emotive distoniche che possono essersi trasferite (proprio perché i piani sono tra loro collegati) da quella emotiva/psichica a quella fisica.

Ma proprio per questi motivi cioè proprio perché le “corde” toccate sono molteplici e tra loro spesso interconnesse, non vi possono essere sempre gli stessi fiori da prescrivere sulla base di medesimi sintomi in quanto ogni caso è differente da persona a persona.

La nostra matrice originaria è infatti difforme, il vissuto che ci ha portati a vivere situazioni distoniche emotive ed anche fisiche è spesso molto differente, e proprio per questi motivi i fiori di Bach che possono sciogliere efficacemente i nodi irrisolti della nostra Anima, possono essere molto differenti da individuo ad individuo.

Non esistono quindi i fiori di Bach che presi in “miscela” funzionano a prescindere dall’individuo e per lo stesso sintomo (fisico e/o emotivo).

Cioè non esiste che se uno ha il mal di testa quello è il fiore di Bach che va bene per lui. Oppure se è depresso questo sarà il fiore corretto, ecc.

Se fosse così semplice allora il fiore di Bach sarebbe riconducibile ad un rimedio allopatico che va a risolvere il sintomo finale.

I fiori di Bach agiscono su di un piano sottile quindi instillano in noi la corretta “luce” per vedere dentro noi. Ci accompagnano fuori dal tunnel a patto che :

  1. Vengano scelti e presi correttamente
  2. Vi sia un nostro atto volontario di apertura e cambiamento (questa seconda condizione è secondaria; importante, ma non sempre vera per tutti i casi)

Certo mi potrete dire che se leggiamo quanto ci riporta anche Edward Bach c’è il fiore di Bach per le paure vaghe e non ben definibili (Aspen) c’è il fiore di Bach per chi è iroso (Holly), c’è il fiore di Bach per chi vive di tristezze profonde (Mustard), ecc. ccc.

Vero! Corretto! Ma quando la problematica investe molti aspetti del nostro essere che ci hanno portato a vivere situazioni pesanti nel quotidiano, è sempre e comunque necessario agire su più fronti (quindi i fiori di Bach da somministrare contemporaneamente saranno un numero maggiore) ed inoltre dovremo considerare che ogni fiore può determinare “effetti” differenti da individuo ad individuo, ergo i fiori da somministrare saranno differenti per i due casi riportati più sopra anche se i sintomi potranno essere i medesimi per più persone.

Per cui non è cattiveria nel non rispondere. E’ solo correttezza ed impossibilità a farlo. A meno che non venga effettuata un’attenta analisi, che da parte mio auspico sempre di tipo vibrazionale e/o kinesiologico; suggerisco di evitare metodi razionali o logici per la scelta dei fiori di Bach come potrebbe essere un “banale” questionario o soffermarsi sulle schede che descrivono il singolo fiore di Bach.

Tuttavia in questi casi così di “superficie” cioè che riguardano il nostro vissuto attuale e che si riferiscono a situazioni così estreme, spesso cronicizzate, di solito (ma non prendetela come una procedura che va sempre comunque bene) nella maggior parte dei casi, i fiori di Bach da somministrare si troveranno all’interno di quelli comunemente detti esterni (questo secondo lo schema comunemente considerato di Kramer che personalmente apprezzo molto); questi sono:

Star of Bethlehem

Gorse

Walnut

Elm

Aspen

E quelli di de compensazione; tra di essi: Pine, Crab Apple, Beech, Wild Rose e alcuni altri.

Cioè quando viviamo situazioni psico emotive “forti” (ansia, panico in uno statu plus o depressione in uno stato minus) oppure quando la problematica è scesa violentemente in uno stato fisico condizionando e menomando la nostra vita, allora tra i fiori in precedenza indicati può starci la soluzione.i fiori di bach funzionano
Ma solo nel mix per noi corretto. Al bando le generalizzazioni e i rimedi sempre pronti all’uso…con i fiori di Bach non funziona così nella stragrande maggioranza dei casi.

I fiori quindi varieranno da persona a persona e state pur sicure/i che se vi aprirete alla loro forza guaritrice, funzioneranno!

Un abbraccio,

Matteo

p.s. è bello avervi ritrovate/i  🙂

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.